La cautela di Giachetti

La cautela di Giachetti

785
0
SHARE

La cautela di Giachetti me lo rende più simpatico. Stava in tv, ieri sera e stamattina, e gli domandavano di malaffare, gay, Imu dei preti, mafia capitale, e lui stava attento, anzi attentissimo, come non lo abbiamo mai visto, perché – insomma – è ancora candidato sindaco a metà, e deve innanzitutto conquistarsi il sostegno delle correnti del Pd, che in materia di malaffare, gay, Imu dei preti, mafia capitale, c’hanno gli affari loro ed è importante non dare l’idea del castigamatti. C’ha una reputazione, Giachetti, ed è un vantaggio esterno ma anche un enorme svantaggio interno, in quanto le reputazioni in genere non piacciono ai partiti. Uno tende a conservarsele. A dire: “Non voglio sputtanarmi”. Questo crea grandi diffidenze e invidie tra chi è già sputtanato.

SHARE
Previous articlePrego si accomodi
Next articleMeritocrazia

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY