LATEST ARTICLES

Il populismo di governo che sta uccidendo l’Europa

Per capire quello che sta succedendo in Francia (ma anche in Italia, Spagna, Grecia, Gran Bretagna) bisogna guardare alla Germania, e cioè all'unico Paese europeo apparentemente immune da avanzate populiste di qualsiasi segno e toccato solo marginalmente dall'euroscetticismo. E vi anticiperò subito dove va a parare questo articolo: se le classi dirigenti nazionali funzionano, se l'equità sociale è più...

Il Centrodestra che tifa Le Pen (ma di nascosto spera che perda)

“Forza Marine”, dice Matteo Salvini, che alla vigilia dei ballottaggi in Francia ha chiaro da che parte stare. E però non è tutto semplice come sembra perché metà dei suoi vede, nell'affermazione della Le Pen, un chiaro monito per la Lega: “Lei ha avuto il coraggio di correre da sola, senza Sarkozy, noi stiamo ancora con Berlusconi. Forse dovremmo...

Rileggere la biografia di Gelli come antidoto alla nostalgia dei vecchi tempi

Rileggere la biografia di Licio Gelli come utile antidoto alla nostalgia della Prima Repubblica, che era quella dei Cossutta e degli Ingrao e degli Almirante, ma anche quella delle bombe sui treni e dei dossier di Villa Wanda. La morte del Gran Maestro offre all'Italia l'opportunità di colmare - almeno per un giorno - le lacune della memoria selettiva ed agiografica che colpiscono...

Se vince Ciudadanos: consigli semiseri ai liberali italiani

Domenica si vota in Spagna, e tra i candidati al successo c'è l'astro nascente di Ciudadanos, Albert Rivera, l'estremista di centro che nei sondaggi viaggia verso il 18 per cento, ha scassinato il bipolarismo spagnolo e sarà l'immaginabile arbitro di un governo di coalizione guidato dai Popolari, con il Psoe e Podemos all'opposizione. Rivera è un personaggio interessante. Ha fatto...

La generazione post-Franco abbatte l’egemonia di Popolari e Psoe

Altro che “prodotti da marketing”, come ha detto l'anziano leader popolare Mariano Rajoy. Pablo Iglesias e Albert Rivera, se i dati degli exit poll saranno confermati, si prendono oltre un terzo dell'elettorato spagnolo, archiviano un trentennio di bipolarismo e rompono – da destra e da sinistra – i solidissimi monopoli politici del Pp e del Psoe trasformando in un...

Sindaci, il trio Be-Sa-Me si gioca la carriera

Se Matteo Renzi può permettersi di spostare a fine anno il referendum sul suo governo, evitando le forche caudine delle Amministrative e trattandole come un test senza rilievo nazionale, Berlusconi, Salvini e Meloni non hanno questa chance: l'esame della vita, per loro, sarà l'elezione dei sindaci. E qualunque siano i nomi e lo schema delle alleanze, senza un risultato...

Colonia, no al paternalismo: le donne si difendano da sole

La difficoltà della sinistra davanti ai fatti di Colonia è evidente e in qualche modo comprensibile. Sembra che si debba scegliere tra la difesa delle donne e la difesa dei migranti, ed è per questo che le parole vengono misurate con il contagocce: se fosse stato un branco di naziskin ad agire non si sarebbero usate tante cautele. Così come...

La morte di Scola: c’eravamo tanto odiati (ma non era il caso)

Casa, Scola e sezione”, mi dice l'amico Fulvio Abbate, chiacchierando dell'epoca in cui, oltre all'intellettuale, anche il regista era “organico” o non era. E' morto Ettore Scola, e se ne parla per questo, riflettendo non solo sullo scomparso ma anche sull'epoca in cui la sinistra sembrava gestire, in regime quasi d'esclusiva, i mezzi di produzione culturale e attraverso di...

Quando il personale era politico: Pigi Battista racconta suo padre fascista

L'ultimo libro di Pierluigi Battista, “Mio padre era fascista” (Mondadori, 161 pagg, 16,50 euro) è arrivato in libreria, e lo recensisco qui per due motivi: il padre fascista di Battista è persona assai elogiata a casa mia, perché diede aiuto in complicati frangenti giudiziari, quindi gli devo qualcosa pure io. Poi, mi sono sempre chiesta come questi figli di...

Post in politichese

Ci si da' un gran da fare per buttare fuori il M5S dal fronte del Sì alla legge delle Unioni civili. Quando a forza di "piccole modifiche" il risultato sarà raggiunto, si potrà dire che l'arco costituzionale regge e che quelli sono buoni solo a strillare. Cari che vi accapigliate sulla black list dei dissidenti e sugli appelli dei...